OmniAuto.it

Lifestyle

Abbigliamento

Liuzzi a Monza con gli spaghetti... in testa

Vitantonio per il Gp d'Italia ha fatto colorare a Kaos Design il suo casco in modo curioso

6 settembre 2010 20:32

Liuzzi a Monza con gli spaghetti... in testa
Liuzzi a Monza con gli spaghetti... in testa Liuzzi a Monza con gli spaghetti... in testa Liuzzi a Monza con gli spaghetti... in testa Liuzzi a Monza con gli spaghetti... in testa Liuzzi a Monza con gli spaghetti... in testa Liuzzi a Monza con gli spaghetti... in testa Liuzzi a Monza con gli spaghetti... in testa Liuzzi a Monza con gli spaghetti... in testa Liuzzi a Monza con gli spaghetti... in testa Liuzzi a Monza con gli spaghetti... in testa Liuzzi a Monza con gli spaghetti... in testa Liuzzi a Monza con gli spaghetti... in testa

Vitantonio Liuzzi ha deciso che per il Gp d'Italia vuole dare un segno visibile della sua italianità e così con gli amici di Kaos Design che gli curano la grafica del casco ha deciso di presentarsi a Monza con un look decisamente insolito...

Liuzzi, infatti, davanti al pubblico di casa si presenterà con gli spaghetti in... testa! Fra mille motivi che poteva idealizzare l'Italia, il pilota abruzzese ha scelto la pasta.

Vito arriva sullo Stradale particolarmente carico perché la sua Force Idia dovrebbe essere molto competitiva sui lunghi rettilinei che si snodano nel Parco di Monza e conta di agguantare un risultato positivo dopo il punto iridato conquistato a Spa Francorchamps.

Questo l'articolo scritto da Lucky di Kaos Design per raccontare come è stato ideato il casco:
E venne il giorno! La Formula Uno correrà a Monza il 10, 11 e 12 settembre.
Per noi, che ci occupiamo della grafica dei caschi di Vitantonio Liuzzi, è arrivato il momento di inventare qualcosa di nuovo.
La nostra peculiarità: raggiungere dei risultati estetici eccellenti dal design unico, senza la necessità di spremerci le meningi più di tanto.

Alla Kaos-Design le idee nascono spontanee così, anche per questo importante appuntamento, ci siamo espressi al meglio.
E' da 20 anni che faccio questo lavoro e non ho mai pensato di privilegiare uno dei numerosi settori in cui operiamo.
Ma, pensandoci bene, l'adrenalina che scorre in me a causa della Formula Uno non è paragonabile a nessun'altra passione di cui potrei nutrirmi, nello spirito e nelle membra.
Quindi anche quest'anno andrò al Gp di Monza, per godere di tecnica e performance delle Formula Uno e soprattutto, gustarmi da vicino Liuzzi, infilato nella sua monoposto, con in testa il casco fresco di verniciatura e nato da una notte di fine estate.
E', appunto, notte fonda, sono sdraiato nel letto alla ricerca di idee per il casco di “Tonio” quando penso: noi Italiani siamo riconosciuti come tali nel mondo, perchè?
Sicuramente grazie al nostro estro e la nostra impeccabile abilità artigiana; o forse per la conformazione della nostra bella penisola, con le sue coste frastagliate affacciate su splendidi mari, le montagne rocciose ed emozionanti e una natura selvaggia e romantica.
Neve, sole, frutti, fiori, olio, cultura del cibo e chi più ne ha ne metta.
Ma non mi piace...troppo scontato disegnare la bell'Italia sul casco.
Ho anche pensato di aerografare sul casco di Liuzzi i visi dei grandi Italiani che hanno contribuito allo sviluppo e all'evoluzione della storia della scienza e dell'arte del mondo intero; “gente” del calibro di Loenardo Da Vinci, Dante Alighieri, Galileo Galilei...infilando fra loro il “BellanTonio” a far il verso a coloro teste citati.
Troppo banale; io sono più grezzo (me lo dice colei che subisce le conseguenze di tutto ciò che mi tiene al lavoro giorno e notte).
Per cui, quella notte non riesco ad evitare di pensare a quello che davvero gli “stranger people” pensano di noi.
Italiano...Spaghetti e Mafia.Spaghetti Gangsta sinistro
Per gli spaghetti, penso, di problemi non ce ne sono se li disegno sul casco.
Riguardo la mafia, se scrivo qualcosa di strano, rischio di fomentare discussioni e pareri controversi, o peggio ancora, di ritrovarmi qualcuno del Kanglei Yaol Kanba Lup mandato da Mr. Vijay Mallya (il Boss del team Force India) a saccheggiare la Kaos-Design, stuprare Felix, inculare Sky e gambizzare me.
Per cui mafia “is untouchable”.
Allora mafia diventa gangster, e gangster diventa Gangsta.
E prende vita l'idea “Spaghetti Gangsta”. Sulla base di questo motivo, il nostro “Tonio” fumettistico, che per il Gran Prix di Monaco s'era trasformato in “Money-Tonio”, ora lo vestiremo in un Tonio versione Gangster “Don-Tonio”ed uno in versione cuoco spaghettaro “O'maest-Tonio”.
Un “vero cinema” come diciamo noi alla Kaos-Design quando dobbiamo inventare e realizzare in tempi risicatissimi.
Da dove sia arrivata la parola magica cinema durante il mio dormi veglia, non me lo ricordo, ma non importa; è comunque l'ennesima idea!
spaghetti Gangsta retroManca soltanto una locandina di un fittizio film basato sulla progettazione e l'esecuzione della grafica.
Detto, fatto.
E' mattino presto, arrivo alla Kaos-Design, espongo le mie idee ai “ragazzacci”, come sempre sfatti, mentre si ripigliano a suon di caffè dalla nottata passata: uno a guardare porno in internet, quell'altro a sfidare con la batteria AC/DC e Nirvana con il guitar hero ('sti giovani).
Affiniamo le idee tutti insieme e prende forma definitiva la grafica per il casco di Vitantonio Liuzzi.
Sulla locandina realizzata nella parte posteriore del casco scriveremo: “Il 6° casco della Kaos-Design” Monza 2010.
Il titolo del film sarà “SPAGHETTI GANGSTA”; protagonista Vitantonio Liuzzi; il regista sono io “Lucky”.
Ed i miei collaboratori e soci verranno menzionati con i titoli di:
direzione artistica “Sky” (il pippaiolo notturno) abile come di consueto a trasformare in file a pc le idee più stravaganti.
“Felix” (il batterista della notte) per la verniciatura e la colonna sonora mentre si lavora.
Citazione della persona a cui è ispirato il film miss: MVB; e menzione del produttore esecutivo, Ivan Capelli, che promuoverà il nostro lavoro.
Logo di “esplicito lavoro di verniciatura” come avvertimento per il pubblico; e non è finita qui.
Altre due caratteristiche della grafica del casco di “Tonio” sono ben visibili e citate sulla locandina.
“Glow in the darkness” proprio perché il casco nella parte bianca è realizzato con vernice luminescente.
Che si carica di luce e la restituisce sotto forma di fluorescenza in condizioni di buio.
E la vernice termo virante!
A basse temperature è nera; ma una volta riscaldata, sparisce, rivelando quello che abbiamo verniciato sotto di essa.
Tocca la superficie: rimarrai sbalordito.
Tutto questo insieme di tecnologia dei materiali, brillanti idee e sapiente realizzazione, deve come sempre collimare con un peso controllato del casco completo di grafica, dovrà resistere a scheggiature di piccolissimi sassi che alle velocità di una Formula Uno diventano dei proiettili, e dovrà soddisfare Vitantonio, il suo Team e la Formula Uno intera.
In questo mondo, se fai bene sei un “fenomeno” se sbagli sei un fesso.
Qui tutto corre a ritmi impressionanti e noi non siamo da meno!
Lo si può capire in modo esplicito dalle foto qui a fianco.
Ci vediamo al Gp di Monza.
Enjoy...by Lucky!

di Redazione
tags: Abbigliamento

Stampa Invia ad un amico Commenti (0)

Scrivi un commento

Torna su

Spam, commenti impropri o volgari saranno automaticamente cancellati

*= non sarà pubblicata | Condizioni di Utilizzo

Vitantonio Liuzzi

Nato il 6 agosto 1981

nazionalità Italia (IT)

altezza 178 cm

peso 67 kg

VAI ALLA SCHEDA »

Monza

Italia (IT)

Lunghezza: 5.793 m

Record sul giro
1'21"046 (Rubens Barrichello, F1, 2004)
 

VAI ALLA SCHEDA »

Archivio Piloti

Cerca tra i piloti