OmniAuto.it

Altre Rally

Defilippi conquista la prima della Suzuki Rally Cup

Il giovane si è imposto al Valle d'Aosta. Tra le Racing Start successo per Visconti

30 aprile 2012 15:53

Defilippi conquista la prima della Suzuki Rally Cup

Al Rally Valle d’Aosta è Suzuki show. Qualità e quantità, spettacolo e competitività, grinta e determinazione. Sulle strade valligiane gli equipaggi della Suzuki Rally Cup e le compatte Swift Sport 1600 sono in evidenza, rafforzando gli assiomi e le peculiarità che da cinque anni determinano il successo del monomarca promosso dalla filiale italiana di Suzuki.

Padroni di Classe N2, protagonisti nella gara della Racing Start, piloti e vetture della Suzuki Rally Cup dominano la scena della prima uscita stagionale, ingaggiando tra loro una sfida a viso aperto di elevato spessore sportivo. Ad un inizio fulminante di Defilippi, cui ha provato a rispondere Lucarelli, corrisponde un finale di gara nel segno del rimontante Peloso.

L’avvio del Girone A del trofeo è fortemente contrassegnato dalla linea verde, è infatti l’under 23 Defilippi ad andare a segno alla prima uscita. Il cuneese è stato quasi perfetto, andando al comando della gara dopo la prova speciale d’apertura, incrementando il vantaggio sugli inseguitori, rischiando poi però un po’ troppo ad un passo dal traguardo. Il giovane portacolori della Provincia Granda ha infatti ceduto sulla perentoria spinta impressa da un determinato e veloce Corrado Peloso.

L’aostano della Nordovest ha concluso al secondo posto, ma avrebbe certamente meritato per lo meno di giocarsi la partita sino in fondo, se non fosse stato obbligato a rimontare posizioni su posizioni causa il rallentamento subito dopo la sospensione della terza prova speciale, operata dalla Direzione di Gara per l’uscita di strada di Gasperetti.

Potrebbe recriminare il giovane Under 23 pistoiese Jacopo Lucarelli, per aver perso quella posizione d’onore che con tanta fatica s’era costruito. Terzo al termine della gara corsa in coppia con il garfagnino Alessio Ferrari, il portacolori della Etruria ha fatto tutto bene all’esordio nella serie Suzuki ed alla guida della compatta giapponese tutta da scoprire nelle sue caratteristiche e di quelle delle Toyo, le ottime coperture Proxes R888, vere semi-racing che hanno soddisfatto tutti i piloti.

In seconda piazza Lucarelli è restato sino alla sesta e terzultima piesse, per poi cedere il passo sotto l’azione d’attacco di Peloso nella successiva prova di Fenis, settima e penultima frazione cronometrata.

E’ un buon quarto posto assoluto quello conquistato dai biellesi Andrea Vineis e Damiano Poltronieri alfieri della Cars For Fun, molto più competitivi che nella passata stagione, giunti davanti nell’assoluta ai giovani piacentini della Proracing, Filippo Visconti e Filippo Gravaghi, ottimi primi però tra le vetture della Racing Start.

Sesti si sono piazzati l’astigiano Roberto Mollo con il chierese Franco Piovano della Meteco Corse, settimo l’esperto bergamasco Eugenio Mandelli con il torinese Alessio Gremo della Valcuvia, secondi della Racing Start hanno lottato con l’assetto scelto per la loro Swift N-Start.

Sfortunati per il ritiro causato da noie meccaniche sono gli emiliani Franco e Andrea Calzolari, invece i mantovani Giovanbattista Palmiero e Fabio Treccani della Solferino Rally, mentre stavano prendendo confidenza con la loro Swift, hanno messo due ruote nel ghiaino a bordo strada perdendo il controllo. Anche i messinesi Sergio Denaro e Gaetano Abate, mentre in attacco sulla discesa di Fenils alla penultima prova cercavano la leadership nella Racing Start, dopo aver superato l’avversario partito un minuto prima, sono stati protagonisti di un’uscita di strada che li ha costretti al ritiro.

di Redazione
tags: Altre Rally

Stampa Invia ad un amico Commenti (0)

Scrivi un commento

Torna su

Spam, commenti impropri o volgari saranno automaticamente cancellati

*= non sarà pubblicata | Condizioni di Utilizzo

Archivio Piloti

Cerca tra i piloti