OmniAuto.it

Altre Endurance

Addio "Momo", pilota gentleman del Cavallino

Giampiero Moretti si è spento ieri a Milano a 71 anni dopo una lunga malattia

15 gennaio 2012 11:37

Addio "Momo", pilota gentleman del Cavallino

Era l'espressione migliore del pilota gentleman. Non un professionista che viveva delle gare automobilistiche, ma un bravo conduttore capace di vincere corse importanti e di trasformare la sua passione in una attività imprenditoriale di successo.

Giampiero Moretti si è spento ieri a Milano a 71 anni. È da qualche tempo che lottava con il cancro con la stessa determinazione con cui cercava un sorpasso sulla sopraelevata di Daytona, la pista americana che gli aveva regalato il successo nella mitica 24 Ore nel 1998 con la Ferrari 333 SP.

Quella meravigliosa Sport voluta da Piero Ferrari era un poco anche di “Momo”, come Giampiero era stato soprannominato, riprendendo il nome della sua azienda di volanti. All'inizio degli Anni 90 l'attività sportiva del Cavallino rampante era limitata alla F.1 e il pilota milanese spingeva sull'amico Piero perché venisse offerta anche ai clienti sportivi l'opportunità di correre con una barchetta aperta rossa.

Era studente universitario e pilota automobilistico alle prime armi, quando Moretti ricevette da un amico un volante molto speciale, appositamente realizzato per la sua vettura. Era più piccolo rispetto a quelli normali volanti, ma ciò che lo distingueva era l’impugnatura, molto più ampia del solito, che consentiva un’ottima presa, migliorando il controllo della vettura.

Quello strano volante attrasse l’attenzione di molti piloti, compreso John Surtees. Il pilota inglese lo provò in pista, ne fu tanto entusiasta che lo volle sulla Ferrari 158 con cui si laurò campione del mondo di F.1 nel 1964.

Quel primo momento di gloria aprì le porte ad un business: arrivarono moltissime richieste per avere quel volante e nel 1966 venne creato uno stabilimento nei dintorni di Verona, proprio per produrre parti speciali: nacque così la Momo (dalle iniziali di Moretti-Monza).

Il primo ordine arrivò dalla Ferrari, che decise di usare i volanti Momo su tutte le proprie vetture da competizione, trainando un mercato internazionale. Nel 1995 aveva ceduto il 60% dell'azienda alla Mercury Holding. Tre anni dopo si era dedicato ai prodotti per il karting con la Momo Racing e dal 2000 gestiva una pista indoor di karting a Cinisello Balsamo.

di Franco Nugnes
tags: Altre Endurance

Stampa Invia ad un amico Commenti (7)

7 Commenti

  • 1
    Grande Momo, ti ricorderemo sempre!

    Con la tua 935 IMSA. . .

    Ciao Giampiero!

    Postato da: Martillo#9915 gennaio 2012 alle 15:38
  • 2

    In 37 anni di gare, dall'esordio del 1961 con la Lancia Appia Zagato fino al 1998 con la Ferrari 333 SP, ha guidato vetture mitiche (Ferrari 512, Porsche 935 e 962) ed ha dato lustro all'industria italiana negli Stati Uniti.

    Postato da: Raffaele Galiano16 gennaio 2012 alle 01:04
  • 3
    Un grandissimo

    Non ho parole per esprimere il mio rammarico. Un grande uomo, un grande pilota, un vanto per l'Italia, una montagna di ricordi. Addio Momo se ne va un'epoca e una leggenda.

    Postato da: Dante16 gennaio 2012 alle 09:01
  • 4

    Personaggio leggendario.
    Non riuscirei a dire più di quanto abbia già detto Dante.

    Postato da: Giorgio Ponti16 gennaio 2012 alle 12:30
  • 5
    Ciao Giampiero

    Voglio ricordati così , bonariamente 'imbufalito' perché mi ostinavo ad indossare le infradito di gomma a bordo della tua barca. E so che ora starai sicuramente ridendo, nascosto dalla nuvola di fumo del tuo adorato e immancabile toscano.

    Cristiana xxx

    Postato da: Cristiana 16 gennaio 2012 alle 14:23
  • 6
    Ciao Grande....

    Campione in pista e signore nella vita..... Arenzano ti saluta

    Postato da: Frank1316 gennaio 2012 alle 17:18
  • 7
    Ciao Dottore

    Ciao Dottore
    Una tua frase mi ricordero' per sempre: "Il design é cosa Italiana".
    Ma ricordero' con mesto piacere la tua gradevolissima persona......
    Ciao Dottore

    Postato da: Salvo Strazzulla14 febbraio 2012 alle 20:42

Scrivi un commento

Torna su

Spam, commenti impropri o volgari saranno automaticamente cancellati

*= non sarà pubblicata | Condizioni di Utilizzo